music on/off

 
Brand Cv - come farsi notare dagli Head Hunter

Brand CV nasce dall'intuzione di Alberto Mossotto, Founder e Ceo di Synergy 7.0.

Vi siete mai chiesti perchè nonostante le decine di curriculum inviati, anche con profili decisamente buoni, si ha pochissimo ritorno?

Moltissime analisi hanno evidenziato che il tempo medio che un HeadHunder dedica alla lettura di un cv ricevuto è di

6 secondi

Chiaramente si pone un grosso problema, una barriera difficilmente superabile con un Cv tradizionale.

Come fare percepire la propria carriera in un così breve lasso di tempo? 

Nasce da un'intuizione a casa di amici, durante una gradevolissima cena, l'idea di rendere il cv un'immagine ed a seguire una pillola video, una breve pillola video. L'occhio umano è abituato a leggere immagini, in ogni momento, in ogni secondo, sempre.. se si trasforma il proprio cv in una immagine di immediata percezione il proprio cv diventa percepibile in meno di 4 secondi, e, se lo si trasforma in video, non solo diventa una curiosità ma lo fissa in modo indelebile nella mente del nostro interlocutore.

se diventa una curiosità, se genera il ricordo e lo stupore  

abbiamo fatto centro

sicuramente l'Head Hunter, il Titolare, il Dirigente si ricorderà di noi

Ovviamente in questi 3/4 secondi si colpisce l'attenzione dell'HeadHunter, del Hr Manager o chi per esso. E' il primo passo per generare attenzione verso il proprio profilo e le proprie skills,il primo passo per attenzione il nostro profilo.

Sarà molto più semplice portare l'interlocutore ad approfondire il vostro curriculum una volta colpita la Sua attenzione. E non da meno sarà molto molto facile che il vostro interlocutore si ricordi bene di Voi

.

 

 

 

è  duplice

PAPER           VIDEO

                    

 

 

 

 

 

 

 

Brand Cv - come farsi notare dagli Head Hunter
 
Brand Cv - come farsi notare dagli Head Hunter

about

Alberto Mossotto 

FOUNDER  & CEO

 

..per casualità o forse perché l’ho inconsciamente cercato mi sono praticamente sempre trovato ad avere a che fare con start up e rilanci di aziende che ora sono anche molto note, ma ai tempi erano veramente start-up, alcune come sedi Italiane di ben noti brand esteri, altre vere e proprie start up/rilanci di imprese italiane.

Queste esperienze mi hanno permesso di vivere le aziende a 360°, la mia curiosità e la mia ingegnosità mi hanno portato in cambio di moltissimo impegno, dedizione e fatica, a realizzare un modello di business vincente, con una strategia che abbraccia sia l’incremento dei Ricavi sia la ricerca del Risultato Operativo sia la distribuzione, cercando di garantire all’imprenditore sia la Visibilità del Marchio che il Ritorno sul Capitale Investito, nonché la valorizzazione del capitale intangibile umano.Il mio modello è, infatti, fondato su anni di analisi, numeri, investimenti, ritorni su investimenti  e/ma soprattutto sul CAPITALE INTANGIBILE UMANOsull'importanza del MARKETING STRATEGICO

Una squadra, una GRANDE SQUADRA, elemento che ritengo fondamentale, unico ed imprescindibile, squadra coesa e legata in tutte le sue poliedricità, dal comparto commerciale al comparto marketing, dal comparto PR al comparto grafico, dal finanziario alla logistica. Un team che si muove all’unisono per il raggiungimento di obiettivi comuni, un team che opera con innovative meccaniche di investimento sul trade per ammortizzare gli investimenti aziendali, con flusso continuo e confronto tra i reparti, un vero Team.

Tutti sono a conoscenza di tutto, tutti sono attori, gli obiettivi sono chiari e condivisi.Ho ritenuto opportuno anche avvalermi di un COACH, forse uno dei rari casi in Italia e mai scelta fu più azzeccata! Team unito, vincente  e sempre entusiasta.. cosa è più forte di questo unito a profonde skills ottenute sul campo in prima persona e condivise con tutti gli attori mediante un processo di scambio tra interno ed esterno, reso possibile da un approccio di coinvolgimento.

 

Il MARKETING STRATEGICO, questo sconosciuto, il Marketing spesso bistrattato e non compreso, l'unico a mio parere "strategicamente" fondamentale non solo per la costruzione ed affermazione dei brands ma anche e soprattutto per la redditività riveniente dagli stessi, per la costruzione di valore in un periodo macroeconomico complesso e che al tempo stesso ha cancellato e stravolto i pilastri del marketing tradizionale. Oggi più che mai ritengo che la mia strategia possa concretamente proiettare una azienda, che applica fedelmente questo modello, verso ottimi risultati quantitativi inerenti il business caratteristico sia per quanto riguarda la prima riga del Conto Economico sia per il Risultato Operativo uniti chiaramente alla creazione, al rafforzamento, alla conoscenza del marchio aziendale (brand awareness), perseguendo quella che deve essere la stella polare di ogni imprenditore, la PROFITTABILITA’ aziendale che deve essere in perfetto equilibrio con i risultati quantitativi di fatturato.

La crisi, sempre che di crisi si tratti ed io sono più propenso a pensare che sia un cambiamento, la subisci o la cavalchi ed io ritengo che si possa, si debba cavalcare.. sono abituato a lottare, a strappare risultati impensabili insieme alla mia squadra e ho bisogno di farlo insieme all’azienda che lotta con me, con qualcuno che ci crede, allora si il risultato è GARANTITO.

Non bisogna invidiare le realtà che vanno bene, bisogna andare bene e farsi invidiare o direi meglio ammirare, e con sincero orgoglio poter dire

CI ABBIAMO CREDUTO E CE L’ABBIAMO FATTA!”

se leggendo queste poche righe avete sentito energia, avete sognato, avete proiettato la Vostra azienda dove forse non avevate mai osato,  ..  beh provateci, spiegate le vele, andate oltre, ora..non aspettate.

Nella nostra mente il manager/consulente  è come un sarto che cuce il vestito su misura per l’azienda, e al tempo stesso l'azienda è una  creatura che risponde armonicamente al manager/consulente che più di tutti ne esalta l’anima e l’identità, che curate con attenzione garantiscono successo continuo.

Voglio credere che ci siano ancora le aziende che ci credono, le aziende che saranno il domani dei nostri figli, le aziende che con il rispetto, la coesione, la qualità, i valori e le persone sono la nostra storia e saranno il nostro futuro, economico, professionale e personale.

 

Ovviamente nel mio percorso professionale ho inviato e ricevuto centinaia di curriculum.Alla stessa stregua della filosofia aziendale esiste una filosofia personale.

Ultimamente si parla moltissimo di PERSONAL BRANDING ed a ragione.

La presentazione di se stessi è fondamentale, siamo sarti di noi stessi e come tali dobbiamo presentarci in maniera originale, professionale e soprattutto distintiva.

I social sono il futuro, l'interconnessione che in futuro sarà il quotidiano,  la nostra identità digitale diventa quindi fondamentale, come spesso si sente dire

 

"noi siamo ciò che google dice che siamo"

e a livello digitale non esiste affermazione più vera con un grosso problema da gestire

"internet ricorda tutto"

 

Per ogni cosa, ogni ricerca, ogni curiosità, ogni necessità ormai tutti ci rivolgiamo ad internet...bene, avete mai provato a digitare il vostro nome e vedere i risultati ? e le immagini? ed i video? Provate e sicuramente rimarrete stupefatti.Ecco ora ben comprendete cosa intendo per identità digitale e per marketing strategico sia esso aziendale o di se stessi

 

 

NON POSSIAMO PRETENDERE CHE LE COSE CAMBINO SE CONTINUIAMO A FARE LE STESSE COSE “Albert Einstein”

 

Vuoi il tuo 

Brand Cv - come farsi notare dagli Head Hunter

Contattaci

senza impegno

Il tuo messaggio è stato inviato con successo!